Giornata mondiale contro la violenza sulle donne

Il 31,5% delle donne italiane ha subito violenza fisica almeno una volta nella vita. Si tratta di 6 milioni e 788mila donne, in pratica una donna su tre. Numeri impressionanti che offrono una fotografia eloquente della portata del problema.

Di fronte a un’emergenza di tale entità una soluzione è quella di ricorrere all’autodifesa, non solo in termini di capacità di reazione fisica, ma anche a livello di capacità di coltivare l’ autocontrollo e gestire il panico.

Ecco perché, in occasione della Giornata Mondiale contro la violenza sulle donne del 25 novembre, la FIKBMS (Federazione italiana Kickboxing, Muai Thai, Savate e Shoot Boxe) in collaborazione con la Protezione Civile ‘Roma Aurelio’ organizza un incontro-corso gratuito di difesa personale destinato alle donne.

«Quando un uomo usa violenza contro una donna tocca il punto più basso che possa raggiungere. E se nella lotta alla violenza di genere sono stati fatti notevoli passi avanti, non è ancora il momento di mollare perché questo fenomeno aberrante va sconfitto. E lo sport, in questo percorso, ha un ruolo importante » spiega Donato Milano, presidente della Fikbms.

Lo scopo non è trasformare le donne in supereroi ma insegnare loro poche ma efficaci tecniche che permettano di evitare molestie e o aggressioni”, spiega Adolfo Bei, responsabile del settore difesa personale della Fikbms.

L’incontro è gratuito, prenotati chiamando la segreteria organizzativa di Roma Aurelio al numero 06-6152276 oppure scrivi a roma.aurelio@tiscali.it 

Prenota, partecipa e condividi.