Anche per l’emergenza “coronavirus”, Roma Aurelio è presente con i suoi Volontari e con i mezzi di cui dispone.

A seguito dell’attivazione da parte della Regione Lazio, ci siamo rapidamente organizzati per il montaggio del PASS (Posto Assistenza Socio Sanitaria), anche se in formato “ridotto”, all’interno del perimetro che l’Ospedale Lazzaro Spallanzani di Roma ha messo a nostra disposizione, ove per ridotto s’intendono ca 200 mq sui 500 mq in configurazione completa misurata solo nella parte abitabile.

Come si ricorderà il PASS, impiegato per passate e recenti esercitazioni, era stato assoluto e determinante   protagonista durante il terremoto di Amatrice resistendo alle più violente intemperie fino a soccombere sotto il peso di circa 1,50 mt di neve ghiacciata non per cedimento strutturale ma per mancanza di energia elettrica. Ebbene lo stesso PASS, ricondizionato e rimesso opportunamente in efficienza, è stato installato dai Volontari di Roma Aurelio coadiuvati da altri Volontari del COV per essere utilizzato nuovamente nell’emergenza “COVID-19” che il nostro Paese sta purtroppo vivendo.

Alle 7 del mattino del 25 febbraio i  nostri Volontari erano pronti, presso la sede della OdV,  per caricare sui mezzi le tende gonfiabili e tutte le attrezzature necessarie per renderle operative e funzionali secondo il piano ed il layout concordato con la Regione Lazio e con la Direzione dello Spallanzani.

Alle ore 17 circa del giorno 26 febbraio la struttura funzionante è stata finalmente consegnata.

Nel ringraziare ancora una volta i nostri Volontari e le altre organizzazioni per la disponibilità e per l’intenso lavoro profuso nel raggiungere questo importante obiettivo, ci auguriamo intensamente che tutto torni alla normalità al più presto.

Siamo comunque altrettanto fieri e consapevoli di aver onorato con orgoglio quello che per noi sta sempre più diventando un motto:  “Roma Aurelio” c’è !

Di admin